Schianto bus, a bordo 13 italiani

Schianto bus, a bordo 13 italiani


Sul pullman partito da Genova e schiantatosi nei pressi di Zurigo, in Svizzera, c’erano 45 passeggeri e due conducenti. Lo rende noto la compagnia Flixbus. A bordo anche 13 italiani. Una donna è morta, i feriti sono 41, tre dei quali gravi. Il mezzo è finito contro un muro e se questo non avesse retto, sarebbe precipitato per 10 metri.

L’incidente si è verificato sull’autostrada A3 poco prima delle 4.15. Il pullman ha sbandato e poi è finito contro un muro, secondo quanto riferito dalla polizia cantonale zurighese.

Il veicolo, appartenente a una filiale dell’impresa di trasporti Flixbus, era diretto a Düsseldorf, in Germania.

Al momento l’autostrada è bloccata in entrambi i sensi di circolazione tra Brunau e Wiedikon. L’identità della vittima non è stata ancora resa nota e tra i feriti almeno tre persone, tra cui l’autista del pullman, hanno riportato ferite gravi, precisa l’agenzia Keystone-Ats.

Le cause dell’incidente sono per il momento sconosciute, ma stamattina presto ha nevicato in diverse regioni a nord delle Alpi.

Flixbus, solidarietà alle persone coinvolte – Sul bus di linea che operava per conto di Flixbus la rotta tra Genova e Dusseldorf, che si è schiantato vicino a Zurigo, viaggiavano “45 persone e due autisti”. Lo scrive Flixbus in una nota nella quale si conferma il decesso di una passeggera e il ferimento di altri 41, tre dei quali in gravi condizioni. “I feriti sono stati portati agli ospedali locali – si legge nella nota -. Siamo in contatto con le autorità e il partner locale” scrive Flixbus che esprime “solidarietà ai passeggeri e conducenti coinvolti e alle loro famiglie e amici”. 


Articoli correlati

Ilicic chiama il Napoli: “Non ho firmato, ma è la soluzione migliore per me”

Lo sloveno al centro delle voci di mercato: “Ho tanto rispetto per l’Atalanta, ma voglio lottare per il vertice. Nei

Unghia Hi-Tech per comandare smartphone e pc

Usare i polpastrelli delle dita per comandare i nostri dispositivi mobili sarà presto una pratica obsoleta. Arriva direttamente dal MIT

Nave Urania. Finalmente al via la demolizione

La nave oceanografica Urania che da ormai 3 anni giace nel bacino galleggiante Mediterraneo del porto di Livorno finalmente sarà demolita in