La reputazione è diventata un importante fattore di ranking nella SEO

La reputazione è diventata un importante fattore di ranking nella SEO

I recenti aggiornamenti dell’algoritmo di base e la pubblicazione delle Linee guida per la valutazione della qualità indicano che anche la reputazione di un’azienda è fondamentale per la Seo di Google. Se sei interessato a come tutto questo può funzionare, continua a leggere.

Le pagine che parlano di noi, sapere chi c’è dietro un sito Web; le pagine Contattaci, servono per infondere fiducia; buona usabilità e user-experience; dichiarazioni di copyright e buona ortografia e grammatica alzano il livello di fiducia. Questi i fattori su cui si sta dirigendo l’evoluzione dell’algoritmo Seo di Google.

Le linee guida di Google Quality Rating

Sembra chiaro che i fattori di qualità, come quelli elencati nel QRG, sono diventati più influenti nei risultati di ricerca di Google.

Le valutazioni dei controlli umani da parte di Google non sono utilizzate in machine learning per gli algoritmi, i dati del valutatore sono usati come nei ristoranti si utilizzano i feedback in modo da sapere se le “ricette” funzionano.

Altri hanno sottolineato le specificità menzionate negli Orientamenti come segnali probabili, in particolare per quanto riguarda la Competenza, Autorità e Fiducia. Ad esempio, gli elementi citati nelle Linee guida sui Quality Raters potrebbero essere fattori di classificazione influenti, come il ranking BBB di un’azienda e la reputazione degli autori che scrivono sul sito. John Mueller di Google ha affermato essenzialmente che Google non sta ricercando la reputazione dell’autore né utilizzando punteggi di valutazione proprietari per il voto di rating, ma è un segnale importante.

Allo stesso tempo, consigliano sempre più ai webmaster di “concentrarsi solo sulla qualità” e persino raccomandano ai webmaster di leggere il QRG per offrire il miglior contenuto possibile.

Quindi, si pone la domanda: in che modo esattamente Google determina la qualità algoritmicamente, coinvolgendo concetti di competenza, autorevolezza, affidabilità e reputazione apparentemente soggettivi? Gli algoritmi di Google devono tradurre questi concetti in criteri quantificabili che possono essere misurati e confrontati tra siti / pagine concorrenti.

Alcuni dei precedenti sviluppi algoritmici di Google sono probabilmente indicativi del processo, e c’è stato un certo grado di disconnessione tra ciò che le persone hanno chiesto a Google e come le persone hanno interpretato tali risposte. 

Se Google ordina ai suoi valutatori umani di analizzare un sito ma non incorpora le valutazioni risultanti, che cosa utilizza a fare l’algoritmo? Affermare semplicemente che l’algoritmo utilizza una raccolta di elementi come una valutazione di reputazione, le recensioni degli utenti o l’analisi della fiducia dei link sembra troppo limitato. Allo stesso modo, affermare che Google fornisce una valutazione della qualità basata esclusivamente sull’analisi della fiducia dei link e sull’analisi delle query è troppo limitato. Google sta ovviamente prendendo in considerazione alcuni fattori oltre l’analisi di link / query più avanzate, sebbene anche questa sia una parte del mix.

VUOI CREARE LA REPUTAZIONE PER LA TUA SEO?

CONTATTACI

Brevetto di qualità del sito Web di Google

Uno dei brevetti di Google sembra descrivere cosa potrebbero usare per l’apprendimento automatico. È la “Generazione del segnale di qualità del sito web” ed è stato notato da Bill Slawski in una breve sinossi e commento nel 2013, quando il brevetto è stato concesso. Descrive come gli esseri umani potrebbero essere utilizzati per valutare la qualità dei siti Web e quindi un algoritmo di analisi potrebbe associare tali valutazioni ai segnali del sito Web, probabilmente identificando automaticamente le relazioni tra i segnali quantificati e i valori di valutazione umana e quindi generare modelli dai segnali caratteristici. Questi modelli potrebbero quindi essere utilizzati per confrontare gli altri siti Web non classificati con l’applicazione di un punteggio di qualità. La formulazione è piuttosto affascinante:

“I valutatori (ad esempio le persone) si connettono a Internet per visualizzare i siti Web e valutare la qualità di ciascuno dei siti Web. I valutatori possono inviare voti di qualità del sito Web al server di analisi tramite il dispositivo di input di classificazione. Il server di analisi della qualità riceve valutazioni di qualità del sito Web e memorizza le valutazioni di qualità del sito Web nell’archivio segnali. Le valutazioni di qualità vengono associate a un localizzatore e ad altri segnali del sito Web corrispondenti al sito web valutato. Il server di analisi della qualità identifica le relazioni tra le valutazioni di qualità del sito Web e i segnali del sito Web e crea un modello che rappresenta le relazioni.

Queste sono alcune delle cose menzionate nel QRG. Ma non è questo il motivo per cui il brevetto è così avvincente: è perché fornisce una struttura molto logica in cui sviluppare metodi per valutare la qualità dei siti web e delle pagine web e per generare un punteggio di qualità che può essere utilizzato nelle determinazioni del ranking. I metodi coinvolti indicano che è possibile utilizzare serie di campioni relativamente piccole di pagine di test per creare modelli che potrebbero funzionare bene su tutte le altre pagine simili.

Immagina di aver identificato un tipo di pagina per cui desideri creare un punteggio di qualità, ad esempio un articolo informativo su un argomento di salute. Google potrebbe prendere i segnali che ha menzionato prima tra cui: quantità di contenuti, layout della pagina, numero di annunci e posizionamento di annunci sulla pagina (sono above the fold o interstiziali – oscurano o interferiscono con l’accesso ai contenuti principali della pagina), recensioni sul sito, recensioni e link sull’autore del contenuto, se diversi dal sito, rimandano alla pagina (forse indicando l’identità del creatore del contenuto e / o citando fonti di riferimento di informazioni), i collegamenti al sito e alla pagina (PageRank), le percentuali di clic alla pagina dalle sue ricerche di parole chiave.

VUOI CREARE LA REPUTAZIONE PER LA TUA SEO?

CONTATTACI

Attraverso il test di numeri di pagine simili, Google potrebbe sviluppare un modello della combinazione di segnali di qualità e attivare poi un punteggio associato ad esso. In sostanza, quando una pagina di un articolo di argomento di salute presenta un certo intervallo di criteri come il PageRank, il layout del contenuto e la quantità di tipo simile, oltre ad alcuni PageRank in entrata, oltre a CTR, oltre a recensioni degli utenti, Google può applicare il punteggio di qualità calcolato alla pagina senza che nessun essere umano lo riveda manualmente. Sembra probabile che Google abbia sviluppato alcuni di questi modelli per diversi tipi di pagine.

In sostanza, questo produce un classificatore di apprendimento automatico. Il modello può quindi essere utilizzato per identificare tutte le pagine di una classe comune, calcolare un punteggio di qualità e quindi applicare la stessa valutazione o simile agli altri membri della stessa classe di pagine.

Alcuni altri analisti SEO stanno anche concludendo che Google starebbe incorporando l’apprendimento automatico per le classifiche dei contenuti.

Questo spiega in realtà alcune delle vaghezze che sono arrivate da Google quando è stato chiesto cosa fare per risolvere i cali di ranking dai cambiamenti dell’algoritmo di base. 

I vari segnali possibili che probabilmente formano un punteggio di qualità possono essere questi:

VUOI CREARE LA REPUTAZIONE PER LA TUA SEO?

CONTATTACI
  • PageRank – e / o, alcuni segnali evoluti che possono anche coinvolgere la qualità / affidabilità dei collegamenti;
  • Sentimento delle recensioni degli utenti – Il QRG di Google suggerisce che c’è un certo numero di recensioni, quindi se un’azienda o un sito web hanno relativamente poche recensioni totali, potrebbero decidere di ignorare la misura in quanto troppo volatile / non rappresentativo. Tieni presente che Google ha svolto ricerche a lungo termine sull’analisi dei sentimenti e ha un brevetto  per averlo condotto. Se Google sta incorporando la reputazione tra i segnali Seo, in quale altro modo potrebbero aggiustare la classifica se non eseguendo qualche tipo di analisi dei sentiment? Tra tutte le valutazioni di qualità piuttosto nebulose, il sentimento è relativamente semplice da analizzare e utilizzare.
  • Sentimenti mentali – Le persone menzionano il tuo prodotto nei social media e le e-mail l’un l’altro? Il “buzz” dei social media è una misura di popolarità e anche il sentimento può essere una misura di qualità.
  • Click-Through-Rate (CTR) – (e frequenza di rimbalzo correlata) c’è stato molto dibattito su questo fattore potenziale nel tempo, ma, proprio come il punteggio di qualità stesso, se viene utilizzato dal punteggio di qualità degli annunci, perché non per le classifiche organiche?

Alcune ricerche hanno sostenuto che il CTR è davvero influente sulle classifiche e alcuni hanno scoperto che non lo è. Se è solo parte del punteggio di qualità di un sito Web, il CTR non è un fattore di classificazione diretta e ciò potrebbe spiegare le discrepanze nei risultati della ricerca.

  • Percentuale / Intrusività dei posizionamenti degli annunci – Quanto dello spazio totale della pagina comprende gli annunci? Google potrebbe aver calcolato una soglia buona / cattiva. Inoltre, quanti annunci interrompono il contenuto principale della pagina? Sono presenti interstitial o overlay che non possono essere chiusi? Gli annunci ti seguono mentre scorri la pagina? Il grado di invadenza degli annunci potrebbe essere calcolato in questo modo.
  • Siti dove mancano le informazioni di identificazione – I siti dovrebbero idealmente avere pagine “Informazioni” e “Contattaci”. Le sezioni dovrebbero spiegare chi è l’azienda e, ancora meglio, elencare i membri del personale più importanti insieme alle foto. La pagina di contatto dovrebbe idealmente avere quante più informazioni di contatto possibili, inclusi gli indirizzi, i numeri di telefono e i moduli di invio dei contatti. Probabilmente aiutano le pagine del personale per collegarsi ai social media dei dipendenti e ai profili di LinkedIn e viceversa. Non c’è niente di peggio che visitare un sito e non essere in grado di vedere chi c’è dietro!
  • Fattori critici di E-Commerce e sito finanziario – HTTPS è un dato di fatto – ma si è visto che Google sta andando oltre il check-off solo se disponi di HTTPS poiché non tutte le crittografie e le configurazioni sono uguali – Google Chrome lancia avvisi per SSL deprecato / errato; E-Commerce e siti di informazioni finanziarie devono inoltre avere chiari termini e condizioni, informativa sulla privacy e informazioni di contatto del servizio clienti. Inoltre, includere le sezioni della Guida e le Politiche di reso. 
  • Velocità del sito – questo è quasi scontato, ma all’inizio questo era un fattore del punteggio di qualità PPC, ed è ancora oggi un tipo di misura di qualità nella ricerca organica.
  • Revisionato e aggiornato regolarmente – Il QRG riporta alcuni tipi di articoli / informazioni che necessitano di essere rivisti e aggiornati se necessario su base regolare. I consigli medici, legali, finanziari e fiscali sono tipi di informazioni che devono sempre essere corretti. Se il tuo sito contiene articoli di questo tipo, controllali regolarmente e se vengono apportate modifiche, aggiungi una data “aggiornata” visibile nella pagina dell’articolo. Allo stesso modo, la mancata aggiornamento delle date di Copyright in tutto il sito a piè di pagina è anche una potenziale misura di qualità, e se non aggiornata potrebbe contribuire a una valutazione che il sito è abbandonato o non aggiornato. Altri aspetti di questo potrebbero includere pagine con widget / app malfunzionanti; pagine con immagini spezzate e collegamenti interrotti; e, pagine che pretendono di elencare le informazioni correnti ma hanno contenuti chiaramente obsoleti.
  • Pagine di contenuti prive di contenuti e prive di valore – Google può vedere le percentuali di pagine incontrate dal proprio spider, ovvero pagine di errore, pagine vuote e pagine con contenuti insoddisfacenti. I siti con un numero elevato di errori indicano una mancanza di aggiornamento e una scarsa manutenzione. Anche se una pagina su un sito di questo tipo ha un grande articolo, è probabile che un utente possa fare clic su un’altra pagina del sito e incontrare contenuti insoddisfacenti.
  • Contenuti pornografici / dannosi / discutibili / ingannevoli – Quasi non mi sono preoccupato di menzionarlo, ma tali tipi di contenuti aumentano notevolmente la probabilità che la pagina e il sito ricevano il punteggio di qualità più basso possibile. Vuoi una diminuzione immediata del tuo punteggio di qualità? Aggiungi queste cose. Inoltre, un sito web è anche responsabile per tali contenuti che appaiono nel contenuto degli annunci, raccolti da altri server, quindi bisogna essere un po ‘vigili nel sapere che tipo di cose vengono visualizzate sul proprio sito.

Messaggi misti su segnali di classifica

Alcuni dei potenziali segnali che ho citato qui e in passato sono stati piuttosto controversi, e non dubito che alcuni non saranno d’accordo su alcune delle mie asserzioni e congetture qui contenute. Ma, penso che le mie spiegazioni si avvicinino a spiegare perché c’è stata una disconnessione su ciò che alcuni professionisti del SEO credono siano fattori di ranking e ciò che i googler sostengono non lo sono.

Penso che i googler abbiano a volte giocato un gioco di semantica. Possono affermare che la presenza di uno o più fattori controversi (CTR, analisi del sentiment, ecc.) Non sono fattori di classificazione diretta, poiché tali fattori possono o non possono essere inseriti in una valutazione complessa che ha come risultato un punteggio di qualità. Ad esempio, se le mie congetture sul punteggio di qualità sono vicine al modo in cui funziona, due pagine diverse sullo stesso argomento potrebbero essere molto simili e avere un CTR alto, ma il punteggio di qualità potrebbe essere significativamente più alto a causa di una combinazione di altri cose. In altri casi ancora, un CTR più alto potrebbe spostare una pagina verso l’alto per essere classificata in un gradino più alto di qualità.

Un modello / modello di una pagina di buona qualità suona molto simile a una “ricetta di ricerca”, come si riferiva a Danny Sullivan. Esistono quasi certamente combinazioni e fattori di ponderazione diversi per determinare i punteggi di qualità di diversi tipi di pagine.

L’uso di una regressione vettoriale di supporto o di una rete neurale farebbe sì che il punteggio di qualità risultante fosse pressoché impossibile da decodificare completamente perché è olistico. Il punteggio di qualità è una gestalt. Questo è il motivo per cui i googler raccomandano modifiche vaga per chi è interessato, come “lavorare per migliorare la qualità generale” e “concentrarsi sul rendere i migliori contenuti possibili”. A parte i problemi tecnici di SEO, raramente sarà possibile cambiarne uno o due cose in tutto il sito per indirizzare punteggi di bassa qualità con questi cambiamenti. Come ha osservato Glenn Gabe con i siti interessati da questi cambiamenti, “I proprietari di siti non dovrebbero semplicemente cercare una singola pistola fumante, dato che non ce n’è quasi mai una.”

VUOI CREARE LA REPUTAZIONE PER LA TUA SEO?

CONTATTACI

Come migliorare il punteggio di qualità del tuo sito

Quindi, in che modo sapere che il punteggio di qualità è ora una gestalt complessa ti aiuta a migliorare le tue classifiche?

La buona notizia è che la maggior parte della guida SEO è ancora molto adatta. Esercitare in generale una buona “igiene” SEO nella costruzione tecnica SEO, mantenendo al minimo le pagine di errore e le pagine senza contenuto. Elimina pagine di contenuti inutili e sottili. Evita pratiche di link building vietate.

Lo stesso SEO è una pratica olistica: fai tutte le cose che sono appropriate e ragionevolmente fattibili per ottimizzare il tuo sito. Assicurati di avere gli elementi che rassicurano i consumatori sul fatto che il tuo sito è in fase di espansione: pagine, pagine di contatto, norme sulla privacy e termini e condizioni, opzioni di contatto del servizio clienti e aggiornamenti del contenuto, a seconda dei casi.

Oltre al materiale tecnico SEO, è necessario essere in qualche modo ossessionati da una buona usabilità, una buona esperienza utente, un buon servizio clienti e la creazione di contenuti fantastici. Avete bisogno di persone molto critiche per valutare il vostro sito e darvi un feedback su cosa potrebbe non funzionare bene e su come risolverlo. Devi lavorare per visualizzare il sito come se fossi un consumatore dei contenuti del tuo sito e cercare di soddisfare a fondo le esigenze degli utenti del tuo sito. Devi rispondere alle recensioni negative e cercare di ottenere recensioni online dai tuoi utenti / clienti soddisfatti. Se il tuo servizio crea frequentemente attriti con i clienti, elimina i punti di conflitto e migliora le pratiche del servizio clienti. È necessario produrre i migliori contenuti e ottenere i migliori creatori di contenuti durante la creazione dei contenuti.

Infine, pratica la gestione proattiva della reputazione lavorando per interagire positivamente con la tua comunità, sia online che offline, in modo coerente nel tempo. Impegnati con i social media e sviluppa la tua presenza attraverso quei canali. Fornire una buona consulenza di esperti online gratuitamente come mezzo per costruire la reputazione. Diventa un membro dei gruppi professionali e dei gruppi di lavoro della comunità del tuo settore. Rispondere professionalmente e non essere provocato online.

Queste pratiche genereranno i segnali per un buon punteggio di qualità nel tempo e ne trarrai vantaggio.

Alessandro Trizio

Alessandro Trizio

Web analyst, Data scientist, Information Security - Giornalista e appassionato del comportamento umano in rete.


Articoli correlati

Putin avverte: la minaccia della guerra nucleare non va sottovalutata

Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito che la minaccia di una guerra nucleare non dovrebbe essere sottovalutata e ha criticato la

Imposta sostitutiva finanziamenti. Ecco il nuovo software dell’Agenzia delle Entrate

A partire dal mese di gennaio 2018, le banche e gli altri enti che effettuano le operazioni di finanziamento (articoli

Autostrade per l’Italia pubblica gli allegati della convenzione con lo Stato

I rapporti tra Autostrade per l’Italia, società controllata da Atlantia di proprietà della famiglia Benetton e il ministro per le Infrastrutture