La provincia egiziana del Sinai giura fedeltà al nuovo leader dello Stato islamico

La provincia egiziana del Sinai giura fedeltà al nuovo leader dello Stato islamico

La provincia del Sinai affiliata egiziana dello Stato Islamico ha giurato fedeltà al nuovo leader nominato dal gruppo dopo la morte di Abu Bakr al-Baghdadi.

La provincia del Sinai, che ha intrapreso un’insurrezione contro lo stato egiziano, ha pubblicato le foto di circa due dozzine di combattenti in piedi tra gli alberi, con una didascalia che afferma che stavano promettendo fedeltà ad Abu Ibrahim al-Hashemi al-Quraishi.

Quraishi è stato nominato giovedì in un messaggio audio che ha anche confermato la morte di Baghdadi e ha promesso vendetta contro gli Stati Uniti. Le forze speciali statunitensi hanno ucciso Baghdadi in un raid nel nord-ovest della Siria.

Lo Stato Islamico ha fatto ricorso agli attacchi di guerriglia da quando ha perso il suo ultimo significativo pezzo di territorio in Siria a marzo, e ha pubblicato decine di rivendicazioni di responsabilità per attacchi in diversi paesi dopo la morte di Baghdadi.

Il conflitto nella penisola del Sinai in Egitto si è intensificato dopo che il presidente Mohamed Mursi dei Fratelli musulmani è stato rovesciato dai militari nel 2013.

Lo scorso anno, le forze di terra e aeree egiziane hanno lanciato un’importante offensiva focalizzata sul Nord Sinai. Le operazioni militari e gli attacchi dei militanti continuano nell’area.