Ballando con le stelle. Farsi del male in diretta

Ballando con le stelle. Farsi del male in diretta

Perché lo fai Carlucci? Tu ci hai invitato a ballare con le stelle?

Invece eccoci qua ad assistere nostro malgrado a critiche, insulti, ironia. Poi intervieni tu Milly Carlucci allorquando ti accorgi, con intuito da scrittrice di gialli, quando l’atmosfera si è fatta rovente quando ormai i ballerini sono diventati dei feroci guerrieri uno contro l’altro armati.

E qui comincia la rissa. Ma che cos’è questa storia, ogni anno la stessa cosa, ogni anno ci illudi che noi brava gente di famiglia ci potremo divertire grazie a te, divertire a ballare a svagarsi la mente. Ci sarà un diavoletto che ti suggerisce di trasformare una serata allegra e gioiosa in una guerra di insulti nell’intento di eliminare chi non ci sta simpatico.

Basta Carlucci evidentemente il tuo tempo di calcare le scene è finito, vai a casa con i tuoi cari, saluta tutti quelli che hanno creduto in te e chiedi scusa a loro per averli delusi e aver fatto loro perdere tempo prezioso. Ti salutiamo caramente e un consiglio: stare seduti in poltrona e magari sferruzzare un paio di scarpette per un tuo nipotino è molto molto più rilassante più bello.


Articoli correlati

Commercio UE-Giappone: cinque cose sul più grande affare del mondo

Vino e formaggio meno cari per il Giappone, auto più economiche per l’UE – ecco una parte di ciò che

Amadeus presenta Colors. Di questo avevamo bisogno

Ecco: finalmente Amadeus hai trasformato un pomeriggio triste in una gioiosa giornata. Con la tua verve, la tua vivacità sincera, spontanea,

Venezia, 2019 nel segno Peggy Guggenheim

Karole Vail, nipote della mecenate e direttrice della Collezione Peggy Guggenheim, a Venezia, si illumina al pensiero di una delle