Visco: banche in miglioramento ma la crisi pesa | ExpoitalyOnline

Visco: banche in miglioramento ma la crisi pesa

Visco: banche in miglioramento ma la crisi pesa

La crisi economica sembrerebbe essere in fase di ripresa, seppur lenta. A riferirlo il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, che nota un miglioramento delle condizioni delle banche dovuto a un corrispettivo miglioramento dei mercati e dell’economia in generale.

A pesare sulla qualità del credito sarebbe la debolezza protratta dell’attività economica di cui risentono molto i bilanci bancari e i conseguenti profitti degli intermediaria.

In relazione al meccanismo di risoluzione unico della crisi Visco commenta: “Purtroppo lunghi tempi per la trasposizione delle regole europee nell’ordinamento nazionale ostacolano l’impegno e la partecipazione attiva del nostri paese al processo di integrazione finanziaria europea; possono incidere sulla stessa credibilità della nostra azione”. Il governatore non nasconde quindi un leggero disappunto che traspare dalla constatazione che “sarebbe stato essenziale che il recepimento delle direttive fosse stato effettuato per tempo”.

In merito al contributo QE Visco riconosce l’importanza degli interventi dell’Eurosistema che hanno permesso un miglioramento delle condizioni di fondo dell’economia. È quanto emerso in Senato durante l’indagine conoscitiva sul sistema bancario nella prospettiva della vigilanza europea.


Articoli correlati

Cinema2day: al cinema con due euro ogni secondo mercoledì del mese

“A partire da mercoledì 14 settembre, in tutti i cinema d’Italia aderenti all’iniziativa Cinema2Day il costo del biglietto offerto al pubblico sarà

Turchia. Cannoni ad acqua contro il giornale Zaman

Hanno utilizzato cannoni ad acqua e gas lacrimogeni, così la polizia ha fatto irruzione nella sede del giornale “Zaman”, successivamente alla

Idomeni: Save the Children, le autorità greche proteggano i bambini, soprattutto i più vulnerabili, durante l’evacuazione

Save the Children chiede alle autorità greche di assicurarsi che l’evacuazione in corso nel campo informale di Idomeni nel nord