Robin Gibb, biografia dell’anima dei Bee Gees

Robin Gibb, biografia dell’anima dei Bee Gees

Nato da Barbara e Hugh Gibb nella Isola di Man, Robin Gibb era il fratello gemello di Maurice Gibb, e il maggiore dei due, nato 35 minuti prima. Terzogenito di cinque figli, Gibb aveva una sorella maggiore, Lesley (nata nel 1945), e tre fratelli: Barry (nato nel 1946), Maurice (1949-2003), e Andy (1958-1988). La famiglia viveva Keppel Road, e fu qui che il giovane Gibb iniziò a cantare insieme ad altri giovani artisti per strada ed in seguito nei teatri locali. Alla fine del 1958, la famiglia si trasferì a Brisbane, in Australia.

I Bee Gees – Tradizionalmente, il ruolo di Gibb dei Bee Gees è stato quello di cantante, per il quale gareggiava con il fratello Barry nel primo periodo di successo del gruppo britannico alla fine del 1960. Il trio ha avuto successo per decenni ma hanno avuto due distinti periodi di eccezionale espansione: alla fine degli anni ’60 e primi anni ’70, e come interpreti di spicco della disco music alla fine del 1970. Il gruppo ha cantato armonie immediatamente riconoscibili: il canto vibrato con la voce chiara di Robin era un segno distintivo della loro successi iniziali, mentre il falsetto di Barry è diventato la loro firma musicale durante la fine del 1970 e 1980.

E ‘stato stimato che le vendite dei Bee Gees ammontino a più di 220 milioni di euro, il che li rende uno dei gruppi musical più venduti di tutti i tempi. Introdotti nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1997, il presentatore del premio ha spiegato che: “Solo Michael Jackson, Elvis Presley, The Beatles, Garth Brooks e Paul McCartney hanno venduto più dei Bee Gees”.

Rivalità e scontri – La rivalità con il fratello ha portato Gibb a lasciare il gruppo e iniziare una carriera da solista. Lo strappo finale avvenne quando la canzone di Gibb “Lamplight” fu relegata nel lato B, sostituita da una canzone di Barry. Nella sua carriera da solista, Gibb ha inizialmente ottenuto un grande successo arrivando al numero 2 nel Regno Unito con il brano “Saved by the Bell”, che ha venduto oltre un milione di copie e ha ricevuto un disco d’oro. Tuttavia, il primo album da solista di Gibb, il Regno di Robin, è stato un fiasco, e Gibb capì che senza il suo gruppo non poteva andare lontano.

Pur avendo quasi completato un secondo album da solista, Gibb ha riunito i suoi fratelli: il gruppo è tornato a cantare melodie su note particolarmente alte raggiungendo il n ° 3 nella classifica USA con il brano “Lonely Days” nel 1970. Pur continuando con Bee Gees, Gibb tentò nuovamente la carriera solista. Durante il 1980, ha pubblicato tre album che hanno avuto più successo in Europa che nel Regno Unito o negli Stati Uniti, sebbene Gibb abbia registrato diverse versioni di canzoni dance, tra cui “Boys Do Fall in Love”, “Secret Agent”, “Like a Fool” molte delle quali hanno ottenuto buoni successi nelle radio di tutto il mondo.

Dopo un periodo di bassa attività, il 27 gennaio 2003, quindici giorni dopo la morte del fratello Maurice, Gibb ha pubblicato un nuovo album solista dominato dal brano dei Bee Gees “Wish You Were Here” in una nuova versione acustica. Dopo la morte di Maurice, Barry e Gibb hanno sciolto i Bee Gees, ma, alla fine del 2009, i due fratelli hanno annunciato che avrebbero riformato il gruppo. Gibb ha effettivamente eseguito alcuni lavori con suo fratello Barry nel corso degli anni, solitamente per eventi di beneficenza. Come cantautore prolifico, ha lavorato duramente per assicurarsi che gli artisti ricevessero i compensi dovuti ai diritti d’autoreper il loro lavoro. Gibb ha lavorato infatti come presidente della Confederazione Internazionale delle Società di Autori e Compositori (CISAC) dal 2007.

Più di recente, ha lavorato con suo figlio, RJ, la coppia ha scritto il brano Titanic Requiem in occasione del 100simo anniversario del naufragio del transatlantico Titanic nel 1912. Oltre alla musica, Gibb è stato molto attivo nelle cause caritatevoli. Ha eseguito una cover di una canzone dei Bee Gees assieme ai soldati per raccogliere fondi per la Royal British Legion e ha svolto un ruolo fondamentale per raccogliere contributi per la costruzione di un monumento speciale a Londra, chiamato Memorial Bomber Command in memoria di coloro che hanno servito nella Seconda Guerra Mondiale.

La vita personale e la malattia – Negli ultimi anni, Gibb ha lottato con alcuni problemi di salute. Ha subito un intervento chirurgico d’urgenza nel 2010 per un blocco intestinale. L’anno seguente, Gibb è stato ricoverato in ospedale tre volte. Successivamente gli è stato diagnosticato un cancro al colon-retto. Gibb ha affermato di aver sconfitto la sua malattia, ripetendo alla stampa nel febbraio 2012 che si era sottoposto alla chemioterapia e di aver raggiunto risultati “spettacolari”. Ma la fine di marzo, il cantante era tornato in ospedale per un intervento chirurgico intestinale.

La sua salute ebbe un altro brutto colpo per via di una polmonite lo fece scivolare in coma dopo pochi giorni. In un ospedale di Londra, Gibb è stato circondato dalla famiglia, compresa la sua seconda moglie Dwina e i figli Robin-John, Spencer e Melissa. Secondo notizie di stampa del tempo, la famiglia ha “sperato e pregato” che Gibb “superasse” questa ultima crisi. Pochi giorni dopo, Gibb riprese conoscenza. “E ‘una testimonianza di straordinario coraggio, una volontà di ferro e una grande forza fisica che ha superato problemi incredibili” dichiarò uno dei suoi medici. Purtroppo però, anche con tutta la sua determinazione, Gibb non è riuscito a superare la sua malattia. Morì a 62 anni, il 20 maggio 2012, a Londra, dopo la sua lunga battaglia contro il cancro. Gibb sarà ricordato per la sua voce delicata, per i suoi contributi alla musica popolare e per la sua opera per conto di cantautori in tutto il mondo.


Articoli correlati

Il Premio Oscar. Tutta la storia, tutte le edizioni

La cerimonia degli Academy Awards (o gli Oscar) si tiene ogni anno per onorare e premiare i film. I vincitori

Scarlett Joahnsson: la vita della reginetta di Hollywood

Scarlett Joahnsson è un’attrice conosciuta per i film Lost in Transalation, The Nanny Diaries, Vicky Cristina Barcelona, The Avengers e

David Letterman: tutta la storia del mattatore più grande

Il comico e presentatore del Late Night Show David Letterman è conosciuto per il suo irriverente senso dell’umorismo e per