Come risparmiare sui costi di una campagna social media | ExpoitalyOnline

Come risparmiare sui costi di una campagna social media

Come risparmiare sui costi di una campagna social media

Come risparmiare sui costi di una campagna social media? Fare marketing sui social media è essenziale per far crescere la vostra azienda, ma con le tariffe in continuo cambiamento e le regole di piattaforme come Facebook, ci sono poche alternative per farlo senza prosciugare il vostro budget. In particolare, la vostra startup ha bisogno di un esercito di fedelissimi che non solo credono in ciò che offrite, ma sono anche disponibili a condividere con gli altri i propri pensieri, ciò che gli piace e ciò che non gli piace. Ecco qualche consiglio per creare inserzioni sui social media senza restare al verde.

Come risparmiare sui costi di una campagna social media

Cominciamo con i modelli di inserzioni che le maggiori piattaforme di social media hanno sviluppato per generare reddito dal loro business. Facebook, un tempo sulla cresta dell’onda, ha perso i favori di molte aziende (e anche di chi già lo utilizzava) per via dei costi troppo elevati e delle restrizioni. Un modo per aggirare le tariffe di Facebook è utilizzare per la propria inserzione il campo “evento”.

Per risparmiare sui costi di una campagna social media potete usare gli eventi. Hanno un ottimo successo e sono gratuiti

Per risparmiare sui costi di una campagna social media potete usare gli eventi. Hanno un ottimo successo e sono gratuiti

 

Usando questo invito a un evento, si attira l’attenzione tra i propri seguaci che vogliono partecipare all’evento stesso e che, a loro volta, condivideranno l’evento coi loro amici. Il risultato finale è che avete guadagnato l’attenzione di un più ampio numero di persone che parteciperanno all’evento e vedranno il vostro sito.

L’unico costo è quello relativo all’organizzazione dell’evento stesso, che può essere online o dal vivo; una buona idea può essere quella di creare incentivi e ricompense per chi partecipa. In ogni caso, anche se le persone non partecipano all’evento, avranno comunque sentito parlare di voi e potrebbero cercare informazioni sulla vostra azienda.

Prestate attenzione alle piattaforme social più adatte per il vostro business: Forrester Research ha concluso che, in questo momento, il luogo migliore per creare inserzioni sui social e ottenere una portata ampia e organica di risultati è Instagram. Se nella vostra startup avete un budget di marketing, focalizzatevi sulle risorse dove potete ottenere più attenzione, compresi gruppi di seguaci che condivideranno facilmente con gli altri la loro adorazione per voi, in modo convincente e credibile.

La ricerca potrà dirvi su quale social il vostro pubblico spende la maggior parte del tempo: su Instagram, LinkedIn o su Facebook; a quel punto potrete decidere un budget e creare piccole campagne da testare su questi canali più “tradizionali”.

Risparmiare sui costi di una campagna social? Usate i blogger

Accordarsi con qualche blogger o freelancer che scrive recensioni è una strategia low-cost che dà ottimi risultati: spesso chi scrive per questi siti popolari è desideroso di provare nuovi prodotti e magari tenerseli, una volta terminato il lavoro. Il vantaggio di questo scambio è che per una cifra contenuta potete avere il nome della vostra azienda su un sito ad alta visualizzazione che condividerà l’articolo nella sua rete di contatti.

 

Risparmiare sui costi di una campagna social media è possibile creando accordi con i blogger e facendo in modo che siano loro a usare i loro contatti social per pubblicizzarvi

Risparmiare sui costi di una campagna social media è possibile creando accordi con i blogger e facendo in modo che siano loro a usare i loro contatti social per pubblicizzarvi

 

Ecco il marketing del passaparola (Word-of-mouth-marketing) in azione: studiato per generare risultati più importanti di quelli ottenuti con le inserzioni sui social media tradizionali, è stato spesso sottovalutato ma è ritornato in auge tra le startup e le aziende giovani.

Per ricompensare i clienti che parlano del vostro prodotto potete usare incentivi come lotterie o premi, magari postandoli sui social attraverso un link. Aziende come Rafflecopter forniscono un modo per creare incentivi come questi sotto forma di codice e dare al vostro pubblico qualcosa che viene percepito come “di valore”.

Un altra soluzione low-cost per il vostro programma di inserzioni sui social media è partecipare a concorsi aziendali. Se venite scelti, potete diffondere la notizia sui social, assicurandovi che l’organizzatore del concorso si adoperi per rendere la notizia ben visibile. Potete partecipare a concorsi importanti, come l’Entrepreneur of the Year, il Red Herring’s Top 100 in North America, ma anche a concorsi locali nella vostra regione.

Quest’ultimo sistema vi costerà poco o niente, ma vi darà un ritorno promozionale molto forte, e verrete riconosciuti da organizzazioni importanti per il vostro potenziale innovativo e la vostra capacità di crescita.

Risparmiare sui costi di una campagna social: nuovi modelli

Ci sono aziende che hanno sviluppato modelli per creare inserzioni sui social media in modo completamente nuovo, operando sui seguaci esistenti e sul sito aziendale, e facendo in modo che gli stessi seguaci diventino promotori della startup; per esempio, Influence Network lavora con aziende che hanno sedi legali multiple e che vogliono identificare e coinvolgere i propri seguaci sul territorio.

Una volta che avete coinvolto questi seguaci potete contattarli e condividere informazioni personalizzate e contenuti importanti per loro: l’informazione verrà veicolata in un modello che sarà semplice far rimbalzare da una persona all’altra. In sostanza, aziende come Influence Network traggono vantaggio dal marketing del passaparola traghettandolo nell’era delle inserzioni sui social media e questo prova che c’è del potenziale di influenza tra i vostri seguaci che, se ben diretto, può generare pubblicità di altissimo valore. È il potere dei social media usato in maniera economica ed efficace.

Conclusioni

Tra le piattaforme social, che vogliono trarre profitto dall’azione pubblicitaria che svolgono, e il vostro desiderio di far circolare la vostra immagine il più possibile, esiste una via di mezzo: usare le strategie di cui sopra per creare inserzioni sui social media che abbiano un impatto efficace con la minima quantità di investimento da parte vostra.

Questo articolo è una traduzione adattata dall’originale.

Enrico Billi

Enrico Billi

Web Editor e giornalista freelance, amo curiosare un po' dappertutto, ma sempre scegliendo con cura le mie fonti. Ho viaggiato e vissuto in Australia e Spagna, dove ho insegnato inglese. Non so come sarò tra cinque anni: forse mi dedicherò all'agricoltura biologica o forse tornerò a fare la guida turistica; di certo continuerò a scrivere storie, perché al cuor non si comanda.


Articoli correlati

Le inserzioni su Twitter stanno per fare boom. Report

Twitter e i suoi annunci hanno un potenziale ancora inespresso, e la pubblicità su Twitter sta per esplodere. Secondo una

Reputazione. Come rispondere a commenti negativi on line

Internet è un mondo fatto di commenti e recensioni, e alcuni di questi inevitabilmente, possono essere negativi. Come imprenditore, però, a volte

Perchè i click di Google Analytics sono diversi dalle sessioni?

Diversi membri della comunità SEO hanno definito “inaccurato” il report di ricerca di Analytics su Google Search Console (ex Google Webmaster Tools)