Come promuovere il tuo e-commerce su Instagram

Come promuovere il tuo e-commerce su Instagram

Quasi tutti gli utenti di Instagram accedono alla piattaforma dai loro smartphone e il 95% ha meno di 35 anni. Con 300 milioni di utenti attivi al mese e 30 miliardi di foto condivise (ad oggi), Instagram è una delle storie a lieto fine del mondo social. È un canale interamente visuale, il cui focus è la condivisione di contenuti foto e video e che attira un pubblico composto prevalentemente da giovani, offrendo ai marchi grandi potenzialità di coinvolgimento.

Come promuovere il tuo e-commerce su Instagram

A differenza di Facebook, Instagram non ha un algoritmo di condivisione: se un utente si collega frequentemente, ha il potenziale per vedere tutti i contenuti pubblicati dagli account che segue; Instagram è la piattaforma preferita da tante aziende, dal momento che la portata della ricerca organica di Facebook è limitata. In questo articolo vi presenteremo 10 consigli su come usare Instagram per il vostro e-commerce, per far crescere il coinvolgimento dei vostri clienti e aumentare i seguaci.

Ottimizzare il profilo Instagram per l’e-commerce: 10 consigli

usare instagram per e-commerce

Usare Instagram in modo professionale non è la stessa cosa che usarlo nel tempo libero.

1. Aggiungere sempre un link al vostro profilo. Il profilo Instagram è l’unico posto dove aggiungere un link cliccabile. Tutti gli altri URL appaiono come testo: non perdete questa possibilità di aggregare traffico.

2. Dimenticate Twitter. Instagram offre la possibilità di collegarsi e potenzialmente di auto-postare sui vari social network. Le integrazioni con Facebook e Tumblr sono fantastiche, ma quella per Twitter non supporta le anteprime del contenuto Instagram. Questo significa che i vostri seguaci Twitter possono vedere solo una breve descrizione e un link al marchio Instagram – a meno che non clicchino per vedere proprio il contenuto Instagram.

3. Create luoghi personalizzati. Anche se non potete aggiungere un link cliccabile, potete usare il campo localizzazione per aggiungere un link testuale da copincollare sul browser. Oppure potete usare questo spazio per aggiungere una call to action, indirizzando l’utente verso il link. Il modo migliore per farlo è caricare le vostre foto e poi selezionare l’opzione “modifica post”, digitando nel campo localizzazione l’indirizzo del vostro sito web o la vostra call to action.

4. Gli hashtag sono fondamentali. Gli hashtag sono uno degli strumenti più popolari per navigare su Instagram e trovare nuovi account da seguire. Sono più funzionali su Instagram che su Facebook e Twitter. Gli hashtag possono essere molte cose, da semplici parole chiave a frasi topiche. Ecco alcuni degli hashtag più comuni su Instagram:

  • #TBT. Abbreviazione per “throwback Thursday,” serve a recuperare ricordi ed eventi passati.
  • #OOTD. Sta per “outfit of the day.” È spesso usato da blogger e marchi di moda.
  • #nofilter. È per le foto che non usano i filtri presenti sull’app. Riguarda il più delle volte la natura e l’abilità nello scattare fotografie.

Altri hashtag popolari sono #photooftheday e #picoftheday, oltre a parole chiave come like #fashion, #style e #family. Ce n’è una lista completa qui.

Inserire gli hashtag nelle foto

Gli hashtag sono categorie in cui inserire i vostri argomenti.

5. Pensate in piccolo. Il punto di accesso principale a Instagram sono le app via mobile; quindi, la grande maggioranza degli utenti Instagram cercherà i contenuti sullo schermo del proprio smartphone. Assicuratevi che qualsiasi testo inserito sopra un’immagine sia leggibile su uno schermo piccolo e che l’immagine sia a fuoco e catturi l’attenzione dell’utente mentre scorre la pagina verso il basso. Curalate, la piattaforma social, offre qualche suggerimento per creare immagini che funzionino.

6. Usate le componenti aggiuntive per le app. Una volta che dominate i fondamentali di Instagram, potreste scoprire che vi serve qualcosa di più. Ci sono molte app che possono aiutarvi a creare format di contenuto diversi ed editare immagini in maniera più accurata. Consigliamo Regram, Afterlights, Layout e Hyperlapse. Qui ce ne sono sette in più.

7. Riproponete contenuti. Un contenuto originale è sempre la cosa migliore, ma anche riproporre contenuti di altri network va bene, come creare versioni più brevi di video esistenti. Con pochi strumenti di modifica potete trasformare un video lungo in una clip di 15 secondi per agganciare e stimolare il vostro pubblico ad approfondire.

8. Siate parte integrante della community. La comunità di commenti e Mi Piace che gira attorno ai contenuti di Instagram è molto importante: prendetevi del tempo per commentare i post che vi piacciono, cercare influencer e menzioni di marchi interessanti.

9. Rappresentate i vostri clienti. Ri-postare foto taggate o menzionate dai vostri clienti può essere un’ottima idea per rafforzare la storia del marchio. È una buona strategia anche per mostrare ai clienti nuovi e potenziali come possono essere usati i vostri prodotti – dalla quotidianità agli usi più folli.

10. Postate giornalmente. Le comunità Instagram di successo sono quelle attive tutti i giorni: postate almeno una volta al giorno per massimizzare la vostra portata.

Questo articolo è una traduzione adattata dell’originale.

Niccolò Giraudo

Niccolò Giraudo

Torino è una città fantastica, specialmente per chi ama il design in tutte le sue forme. Chi non ci credesse può venire a casa mia: matite e pennelli non mancano. Si può anche suonare il violoncello. È l’ambiente ideale anche per recensire un film, un blog o un nuovo tostapane. Provare per credere.


Articoli correlati

Google Shopping. Come gestire le aste e il budget

È una delle aree più difficili nella gestione delle campagne Google Shopping: come gestire le aste e il budget. Spesso

Scoprire i termini di ricerca sul tuo sito con Google Analytics

Google Analytics ha più di una funzionalità: oggi tratteremo del report sui termini di ricerca su sito. Se non ne avete ancora

Le inserzioni su Twitter stanno per fare boom. Report

Twitter e i suoi annunci hanno un potenziale ancora inespresso, e la pubblicità su Twitter sta per esplodere. Secondo una