L’ottimizzazione SEO di una pagina web, spiegata dai migliori | ExpoitalyOnline

L’ottimizzazione SEO di una pagina web, spiegata dai migliori

L’ottimizzazione SEO di una pagina web, spiegata dai migliori

Guardate una pagina web: sapreste riconoscere se è stata ottimizzata per la SEO – se possiede, cioè, quelle caratteristiche che Google cerca in una pagina? Se la risposta è no, è ora di imparare qualcosa di più sull’ottimizzazione SEO di una pagina web.

Neil Patel di Quick Sprout, ha creato molti siti ad alto traffico e ha raccolto le indicazioni dei massimi esperti del settore, e ci spiega quali sono le linee guida che dobbiamo seguire quando creiamo una pagina web. Molte sono sorprendentemente semplici e non ci sono scuse per saltarle: consideratele le fondamenta da cui partire per creare un’eccellente esperienza di navigazione per i vostri utenti.

L’ottimizzazione SEO di una pagina web: iniziate dall’URL

Secondo Matt Cutts le parole che in un URL hanno più “peso” sono le prime 3-5. Evitate estensioni come http://indirizzo.com/123400 o http://indirizzo.com/eccetera-eccetera-eccetera-eccetera-eccetera; create piuttosto URL del tipo http://indirizzo.com/parola-chiave.

Titolo ottimizzato SEO

Mantenete il vostro titolo sotto i 55 caratteri e formattatelo in H1, inserendo le parole chiave. Ricordate che Google mostra i primi 50-60 caratteri di un titolo, ovvero i caratteri che rientrano in uno schermo da 512 pixel. Uomo avvisato…

Usate media visuali

Nella ottimizzazione SEO di una pagina web, inserite dei media: riducono il rimbalzo degli utenti e aiutano l'interazione

Nella ottimizzazione SEO di una pagina web, inserite dei media: riducono il rimbalzo degli utenti e aiutano l’interazione

Per due motivi: primo, riducono la percentuale di rimbalzo aumentando il tempo che l’utente trascorre sul sito; secondo, vi aiutano a incrementare quei segnali di interazione dell’utente a cui Google presta così tanta attenzione.

Inserite link a siti autorevoli

I link a pagine esterne con contenuto pertinente aiutano Google a sapere di cosa tratta il vostro sito e gli segnalano che siete un “nodo” di informazioni valide.

Mettete le parole chiave entro le prime 100 parole

Secondo Moz, le vostre parole chiave devono apparire entro le prime 100-150 parole.

Usate parole chiave pertinenti

Nella ottimizzazione SEO di una pagina web scegliete parole chiave pertinenti e non troppe, una o due sono sufficienti

Nella ottimizzazione SEO di una pagina web scegliete parole chiave pertinenti e non troppe, una o due sono sufficienti

Google usa una tecnologia chiamata LSI che è come un dizionario: analizza il significato di diverse parole chiave per determinare se un testo è pertinente oppure no.

Ottimizzate il titolo dei file immagine e l’ALT tag

Se avete dei file immagine, dovete ottimizzare titolo e titolo alternativo inserendo le parole chiave.

Aumentate la velocità di caricamento

La pagina deve caricarsi velocemente: vi darà dei vantaggi agli occhi di Google. Potete usare il servizio di hosting CDN o comprimere i file fino a raggiungere la grandezza desiderata. Per controllare in qualsiasi momento la velocità di caricamento della vostra pagina potete usare Google PageSpeed.

Ottimizzate la vostra pagina per i social

Nella ottimizzazione SEO di una pagina web aggiungete sempre i tasti social: aumentano i link in entrata

Nella ottimizzazione SEO di una pagina web aggiungete sempre i tasti social: aumentano i link in entrata

Inserendo i tasti “social” avrete più probabilità di ottenere link in entrata.

Tenete d’occhio il numero di parole

Le pagine ai primi posti di Google hanno un contenuto che si aggira intorno alle 2000 parole (naturalmente, il numero di parole ottimale varia da caso a caso).

Usate un codice responsive per avere un sito mobile-friendly

Avere un design responsive significa che il vostro sito si adatta in base al tipo di dispositivo utilizzato dall’utente. Quando un sito non è responsive, aumenta la percentuale di rimbalzo dai dispositivi non-desktop, segnale di una scarsa interazione dell’utente con il sito – e questo vi penalizza agli occhi di Google.

La SEO cambia ed è necessario rimanere aggiornati per non diventare il fanalino di coda di Google. Ci sono alcuni fattori chiave importanti da tenere in considerazione, come la sicurezza del proprio sito, l’esperienza di navigazione dell’utente e lo stare alla larga dai link “cattivi”.

Questo articolo è una traduzione adattata dell’originale.

Niccolò Giraudo

Niccolò Giraudo

Torino è una città fantastica, specialmente per chi ama il design in tutte le sue forme. Chi non ci credesse può venire a casa mia: matite e pennelli non mancano. Si può anche suonare il violoncello. È l’ambiente ideale anche per recensire un film, un blog o un nuovo tostapane. Provare per credere.


Articoli correlati

Come creare annunci Facebook che vendono. Esempi pratici

Come creare annunci Facebook che vendono? La domanda e gli esempi pratici sono decisamente importanti, perchè secondo Hubspot, il numero

Qual’è il migliore social network per gli e-commerce?

Facebook, Twitter, LinkedIn, Pinterest, Yelp e molti altri: ci sono dozzine di piattaforme social su cui la vostra azienda potrebbe

Adblock: la fine di annunci e pubblicità mobile. Come salvarsi

Si chiama AdBlock, si legge: crisi degli annunci su mobile e dell’intero settore della pubblicità online. Per anni internet è

  • francesco pollice

    Un altro elemento molto importante ai fini SEO è l’inserimento nel codice della pagina dei microdati. Per informazioni sui microdati vedi http://www.schema.org