Hillary Clinton. Polmonite o qualcosa di più? | ExpoitalyOnline

Hillary Clinton. Polmonite o qualcosa di più?

Hillary Clinton. Polmonite o qualcosa di più?

La corsa alla Casa Bianca è stata pesantemente influenzata da un aggiornamento negativo sulle condizioni di salute di Hillary Clinton.

Negli ultimi tempi, durante una serie di comizi, la Clinton era stata vista più volte fermarsi per via di forti colpi di tosse, costretta a bere dell’acqua per continuare o a terminare in anticipo il comizio. Anche durante le manifestazioni per il ricordo dell’ 11 settembre la Clinton aveva dovuto allontanarsi in anticipo, impossibilitata a proseguire con il programma degli interventi.

La notizia della polmonite che affligge la candidata americana è stata recentemente confermata e Donald Trump, il rivale, si è augurato che la sua concorrente possa guarire presto ma ha fatto sapere che è pronto a fornire tutte le informazioni che riguardano la sua salute, precisando che è disposto a sottoporsi ad una visita medica completa i cui risultati saranno resi noti nei minimi dettagli per assicurare l’opinione pubblica americana della sua perfetto stato di salute.

Nel frattempo la Clinton ha dovuto cancellare alcuni incontri che aveva in programma oggi e domani nella costa occidentale. Donald Trump che era presente quando Hillary Clinton  si è sentita male a Ground Zero non si è accorta di nulla. Ma i complottisti sono partiti all’attacco. Alcuni credono che la Clinton abbia dei problemi ben più seri, altri dicono che l’ematoma la testa che si è procurata in seguito ad una caduta e per la quale è stata recentemente operata, nasconda qualcosa di più grave, qualcuno ha addirittura ipotizzato che sia già morta.

Si tratta di una regola importante per la Clinton, in quanto gli impegni da presidente degli Stati Uniti necessitano di una salute ferrea. I malori improvvisi stanno indebolendo nei sondaggi la fiducia nei confronti della candidata alla corsa alla Casa Bianca.


Articoli correlati

FIFA: Blatter rimane candidato alla Presidenza

Sepp Blatter continua la sua corsa alla presidenza della FIFA, nonostante il recente scandalo che ha colpito duramente il mondo

Nizza. Da paradiso ad inferno

La festa era appena iniziata, i fuochi d’artificio erano nel cielo, stavano svanendo i sogni che tutti facciamo quando guardiamo

Riforma della scuola. Pronta la fiducia

Matteo Renzi continua la sua linea di fermezza e di dialogo per portare avanti l’approvazione del Ddl scuola in tempo