Come contare i click di una campagna Facebook | ExpoitalyOnline

Come contare i click di una campagna Facebook

Come contare i click di una campagna Facebook

Facebook, con il suo immenso potenziale di raggiungere il pubblico, è certamente uno dei canali ormai irrinunciabili per la propria pubblicità online. Ma il difetto del portale in blu, quanto a pubblicità, è sempre stato legato alla quantità dei click, a volte attribuiti e fatti pagare un pò generosamente, o altre volte non molto utili alla conversione in contatti.

Come contare i click di una campagna Facebook

In questa guida vi spiegheremo come contare nel dettaglio tutti i click della vostra campagna Facebook, per capire esattamente cosa sta succedendo.

Create il vostro pixel di conversione 

Andate su Gestione Inserzioni.

  • Cliccate su “Monitoraggio delle conversioni” a sinistra;
  • Cliccate su “Crea pixel“. Poi, selezionate dal menu a tendina la vostra categoria e date al pixel un nome relativo alla vostra campagna;
  • Copiate il codice che Facebook vi dà (nel passaggio numero 2 lo inserirete nella vostra campagna usando il codice widget di ShortStack). Finché il vostro codice non è stato inserito, il suo stato rimarrà “non verificato”.

Pixel Code delle conversioni di Facebook

 

Impostate la vostra campagna Facebook sul monitoraggio delle conversioni

Ora che avete il vostro pixel di conversione, il prossimo passo è verificarlo. Prima, però, dovete decidere quali tipi di conversione volete monitorare: le “lead” o le “registrazioni”.

  • Un “lead” è un utente che è arrivato sulla vostra campagna dopo aver cliccato sull’inserzione della vostra campagna Facebook;
  • Una “registrazione” è un utente che completa (o invia) il modulo della vostra campagna dopo aver cliccato sull’inserzione Facebook.

Nota: i termini “lead” e “registrazione” possono cambiare di significato in base al valore che gli date in fase di creazione della campagna (un “lead” può anche essere un utente che ha scaricato un contenuto dalla vostra campagna, ad esempio).

Dove inserire il vostro codice di monitoraggio all’interno della campagna 

Come spiegato da Facebook, “usando lo strumento di monitoraggio delle conversioni, potete creare un codice snippet di JavaScript sulle vostre pagine di conversione. Per esempio, se volete controllare il numero di uscite, potete inserire il pixel di conversione sulla pagina di conferma dell’uscita, quella che si vede di solito dopo aver completato un checkout”.

Dal momento che stiamo monitorando le conversioni su una campagna, e non su un sito tradizionale, dovete usare il codice widget ShortStack per modificare i parametri di attivazione del pixel quando avviene una conversione. Vediamo qualche esempio.

Come controllare i click di campagne “lead”

Monitorare i lead, cioè le persone che visitano la vostra campagna in seguito a un’inserzione su Facebook, è semplice. Aprite la vostra campagna dentro lo ShortStack Campaign Builder e cliccate sul codice widget. Incollate dentro al codice widget il vostro pixel di conversione (il frammento di codice che Facebook vi ha fornito nel passaggio precedente) all’interno del campo vuoto. Cliccate su “Salva ed Esci” ed è fatta!

 

Codice widget dello ShortStack Campaign Builder

Per verificare il vostro pixel di conversione, pubblicate o aggiornate la vostra campagna live. Poi andate su Gestione Inserzioni e sotto “Monitoraggio delle conversioni” confermate lo status del vostro pixel di monitoraggio per la campagna come “attivo” (verde).

Monitoraggio delle conversioni

 

Incollando il pixel di monitoraggio sulla vostra campagna usando il codice widget, il vostro pixel si attiverà ogni volta che un utente finirà sulla campagna. Come fare in modo che il pixel non si attivi finché una persona non ha completato un’azione? Lo spieghiamo nella prossima sezione.

Come contare i click di una campagna di “registrazioni”

Per verificare che il vostro pixel di conversione monitori le registrazioni (quando cioè un utente invia un modulo alla vostra campagna), dovete innanzitutto usare il widget “azione” di ShortStack per definire quando il vostro pixel deve attivarsi. Dopo che un utente entra con successo nella vostra promozione, potreste voler mostrare un widget Rich Text (o qualche altro tipo di widget) che lo ringrazi per essere entrato.

Il widget “azione di ShortStack è stato programmato proprio per gestire queste catene di eventi del tipo “se accade questo, allora succede questo”. Una volta che è configurato, impostate il vostro codice snippet.

widget azione di ShortStack

 

Come potete vedere, ci sono due valori evidenziati nel codice snippet riportato più sotto. Il primo è il vostro pixel Facebook identificativo (che potete trovare nel vostro codice pixel), mentre il secondo è il CSS ID (Cascading Style Sheet di tipo ID, ovvero Foglio di Stile) del widget che volete venga mostrato quando un utente entra dentro la vostra promozione; in questo caso, un widget Rich Text.

Per trovare un CSS ID, passate il cursore sopra un widget sul Layers Panel. Nel pop-up che compare, segnatevi la parola che compare preceduta da un hashtag. Questo è il CSS ID (hashtag incluso!).

Nel codice sotto, sostituite il pixel ID e il CSS ID con i vostri. Dopo aver modificato il vostro codice snippet per includere il vostro pixel ID Facebook e il widget ID con i vostri valori specifici, fate un copia e incolla dello snippet all’interno del codice widget. Cliccate “Salva ed Esci”. Finito!

Nota importante: quando inserite il codice sottostante sul codice widget, quest’ultimo non funzionerà finché tutte le virgolette (singole e doppie) non verranno cambiate in carattere “italic”. Dentro al codice widget, eliminate tutte le virgolette singole e doppie che vedete e sostituitele con le virgolette in “italic”. Dopo che avete fatto questo, cliccate su “pubblica modifiche”.

<script type="text/javascript">
$(function(){
var my_fb_pixel_id = '6017115024599';
var hidden_widget_id = '#container3';
$(hidden_widget_id).on('show', function(){
(function() {
var _fbq = window._fbq || (window._fbq = []);
if (!_fbq.loaded) {
var fbds = document.createElement('script');
fbds.async = true;
fbds.src = '//connect.facebook.net/en_US/fbds.js';
var s = document.getElementsByTagName('script')[0];
s.parentNode.insertBefore(fbds, s);
_fbq.loaded = true;
}
})();
window._fbq = window._fbq || [];
window._fbq.push(['track', my_fb_pixel_id, {'value':'0.01','currency':'USD'}]);
});
});
// extend .on() to support 'show'/'hide' events.
(function ($) {
$.each(['show', 'hide'], function (i, ev) {
var el = $.fn[ev];
$.fn[ev] = function () {
this.trigger(ev);
return el.apply(this, arguments);
};
});
})(jQuery);
</script>

 

Per verificare il pixel delle registrazioni provate anche a testare la vostra campagna: percorrete cioè tutti i passi che farebbe un utente. Controllate specialmente che il pixel si attivi quando viene compiuta un’azione. Durante il test, è meglio pubblicare la vostra campagna Facebook su una pagina “Sandbox”.

Cos’è una pagina Sandbox? Se volete fare qualche test prima di installare una pagina Facebook aziendale, potete creare una pagina di prova su Facebook (chiamato anche “ambiente Sandbox”) dove far girare le vostre app. È come creare una pagina per la vostra azienda, ma una pagina che non ha fan, in modo tale da poterla testare quanto volete senza che nessuno la veda (è anche possibile condividerla con utenti selezionati).

Inoltre, potete confermare il vostro pixel testando la campagna all’interno del Campaign Builder mentre siete in modalità “live”: basta cliccare sul pulsante blu “testa la tua campagna” al centro della schermata finché non diventa verde.

Create la vostra inserzione su Facebook

Ora che avete creato e posizionato correttamente il codice di monitoraggio all’interno della vostra campagna, è ora di creare la vostra inserzione su Facebook. Vi basterà seguire i seguenti passi:

  • Andate sulla Gestione Inserzioni e nell’angolo in alto a destra selezionate “Crea inserzione”
  • Selezionate “conversioni sul sito” come obiettivo della vostra inserzione

conversioni sito

 

  • Incollate la URL della vostra campagna (assicuratevi che contenga pgtb.me) nel campo vuoto e selezionate il vostro pixel di monitoraggio nel menu a tendina;

Inserimento url campagna

 

  • Dopo che avete cliccato su “Continua”, personalizzate la vostra inserzione.

Nota: potete seguire gli stessi passaggi all’interno del Power Editor, anche se il processo apparirà un po’ differente. Sotto l’etichetta “creativo” del Power Editor, scegliete “conversioni sul sito” come obiettivo dell’inserzione e selezionate il vostro pixel di monitoraggio cliccando su “Usa pixel esistenti”.

Registrate le conversioni della vostra inserzione Facebook

I parametri che vedete su Gestione Inserzioni non sono gli stessi che ci sono sulla vostra dashboard di Moduli e Promozioni. Inoltre, i parametri che avete impostato non sempre significano quello che pensate. Ecco qualche punto importante da tenere a mente quando registrate le conversioni della vostra campagna Facebook:

Quando registrate le conversioni “lead” della vostra campagna sulla Gestione Inserzioni, è probabile che le conversioni della vostra inserzione non eguaglieranno il numero di clic ricevuti. Facebook conta il numero totale di clic che un’inserzione riceve. Se state promuovendo una pagina, un evento o un’app, i clic includono anche i like della pagina, le partecipazioni a un evento o le installazioni che provengono dalla vostra inserzione.

Questo significa che un utente può cliccare sulla vostra inserzione senza essere reindirizzato alla vostra campagna, cosa che impedisce l’attivazione del vostro pixel. Per questa ragione, è facile che un’inserzione abbia più clic che conversioni.

Screen ShortStack

Confrontate le conversioni naturali della vostra campagna con le conversioni a pagamento togliendo i parametri della Gestione Inserzioni e i risultati delle analisi di ShortStack. 

Se state monitorando conversioni “lead” nel Campaign Manager di ShortStack, cliccate sull’icona a forma di grafico vicino alla vostra campagna. Troverete il numero totale di visualizzazioni della campagna. Prendete il numero di conversioni che trovate nella Gestione Inserzioni e toglietelo dal numero totale di visualizzazioni. La differenza sarà il numero naturale di conversioni della vostra campagna.

Se invece state monitorando le conversioni di “registrazione”, andate sulla dashboard “Moduli e Promozioni” di ShortStack e cliccate su “visualizzazioni in entrata”, vicino alla vostra campagna. Prendete il numero totale di entrate e sottraetelo dal numero di conversioni della vostra inserzione che trovate sulla Gestione Inserzioni. Di nuovo, la differenza sarà il numero di conversioni naturali della vostra campagna.

Per scoprire dati approfonditi sulle vostre inserzioni Facebook, cliccate su “Rapporti”, a destra della Gestione Inserzioni.

Una volta in “rapporti”, cliccate su “modifica colonne”. Quando compare il pop-up, selezionate i dati che volete conoscere sulle vostre inserzioni.

 

Personalizzazione del report

 

Questo articolo è una traduzione libera dell’originale.

 

Enrico Billi

Enrico Billi

Web Editor e giornalista freelance, amo curiosare un po' dappertutto, ma sempre scegliendo con cura le mie fonti. Ho viaggiato e vissuto in Australia e Spagna, dove ho insegnato inglese. Non so come sarò tra cinque anni: forse mi dedicherò all'agricoltura biologica o forse tornerò a fare la guida turistica; di certo continuerò a scrivere storie, perché al cuor non si comanda.


Articoli correlati

E-commerce Strategies. A Padova i segreti dei migliori

Per orientarsi nel mondo dell’e-commerce vi sono tante iniziative, ma la Ecommerce Strategies è di particolare interesse per la capacità di riunire

Come gestire la reputazione online. Come reagire alle critiche

Costruire un grande marchio e una reputazione online può costare mesi, anni di impegno, e migliaia di euro. Dovrebbe essere la

Reputazione. Come rispondere a commenti negativi on line

Internet è un mondo fatto di commenti e recensioni, e alcuni di questi inevitabilmente, possono essere negativi. Come imprenditore, però, a volte