Come testare un annuncio AdWords rapidamente | ExpoitalyOnline

Come testare un annuncio AdWords rapidamente

Come testare un annuncio AdWords rapidamente

Scrivere e testare il testo delle inserzioni AdWords è come fare esperimenti scientifici: non importa quante volte lo ottimizzate, c’è sempre qualcos’altro che potete verificare o testare. Gli strumenti e le risorse per testare sono molte: tratteremo le principali in questa guida su come testare un annuncio AdWords per rendere le vostre campagne di pay-per-click  ancora più efficaci.

Come testare un annuncio AdWords rapidamente

annuncio-adwords

Pensate sempre di dover fare il vostro test immediatamente: pianificare con anticipo significa raccogliere prima i dati che vi servono e quindi raggiungere i risultati che vi eravate prefissati in minor tempo. Se avete già una campagna che non avete ancora testato, nessun problema: identificate i gruppi di annunci più dispendiosi e metteteli in priorità, raccoglierete un maggior numero di dati per inserzioni che ne valgono la pena (per le vostre tasche).

Cosa testare?

Anche se potreste essere tentati dal testare tutto in una volta sola, è meglio testare una singola variabile per volta, per un sufficiente periodo di tempo. Otterrete dati significativi e non avrete dubbi su ciò che ha causato un eventuale cambiamento della performance. Sayf Sharif ha scritto, al riguardo, un post molto interessante sulle migliori pratiche per un A/B testing. Una volta che avete isolato l’elemento responsabile, potete andare avanti rifinendo il test. In fase di creazione della campagna, veificate il vostro testo creando due versioni differenti della stessa inserzione e tenete conto delle seguenti variabili:

annuncio-adwords

Come testare un annuncio AdWords : controllate i titoli

Il titolo, in tutto il suo cliccabile splendore blu, è la prima cosa che un visitatore leggerà facendo una ricerca. È imperativo che sbaragliate la concorrenza facendo una buona impressione, e per farlo avete a disposizione solamente 25 caratteri: non sprecateli. Rendete i vostri titoli più concisi che potete, usando descrizioni diverse per il vostro prodotto (o servizio): quello che piace a voi potrebbe non piacere al potenziale cliente, ma dato che è lui che paga il conto, meglio dare retta a ciò che clicca.

Come testare un annuncio AdWords: verificate le descrizioni

Con 35 caratteri per riga, avete più spazio che nel titolo, ma non così tanto. Dovete far capire cos’è il vostro prodotto e cosa offrite in modo accurato e conciso.

  • Caratteristiche del prodotto/servizio: testate combinazioni diverse di benefici e caratteristiche per trovare quale funziona meglio;
  • call to action: un altro modo per testare una descrizione è provare call to action differenti. Vi raccomandiamo di usare call to action forti, ma il problema è che spesso quella che pensate essere una call to action rivoluzionaria (o per lo meno cliccabile), è in realtà banale. La buona notizia è che ci sono modi diversi di testare una call to action: potete combinare il prezzo suggerito con sconti e promozioni. Fate anche caso alla grammatica e all’uso dei verbi: provate soluzioni diverse, come usare domande retoriche subito prima della call to action vera e propria, e scoprite quale funziona meglio per il vostro target.
  • Non abbiate paura di testare i concetti: considerate ad esempio l’intenzione dell’utente. Se la vostra parola chiave è “laptop computer” offrite una risposta ambigua perché non sapete se l’utente vuole leggere recensioni e mettere a confronti i prezzi o è pronto a comprare. Meglio creare due inserzioni e identificare più accuratamente i bisogni del vostro target verificando quale delle due ha il più alto tasso di click.

Search Intent Example

Come testare un annuncio AdWords: testate l’URL visualizzato

Spesso passa inosservato, ma è importante testare il proprio URL visualizzato. Chi naviga vuole sapere subito dove sta andando e il vostro URL glielo deve dire: provate parole chiave o collocazioni diverse nella sezione delle subdirectory; oppure provate a eliminarle del tutto a favore di un URL più semplice (sempre che il nome del vostro brand sia abbastanza forte). Ad esempio un www.bestbuy.com/iphone contro www.bestbuy.com.

Display URL Example

Come testare un annuncio AdWords: Impostare dei parametri

Una volta che avete messo il testo dell’annuncio sotto esame, dovete assicurarvi che stiate svolgendo il test in modo corretto. Tenete a mente che la rotazione degli annunci avviene a livello di campagna: tutti i vostri annunci devono avere la stessa visibilità – cioè approssimativamente lo stesso numero di impressioni. Raccomandiamo una di queste opzioni di rotazione degli annunci:

  • rotazione uguale per tutti gli annunci per un certo periodo: questa opzione fa girare tutti gli annunci senza distinzioni. Dopo 90 giorni, AdWords comincia a ottimizzare per click – se avete bisogno di più tempo, scegliete la seconda alternativa;
  • rotazione uguale a tempo indefinito: funziona come la prima ma senza limite di tempo. Attenzione: questa opzione non va bene per chi non segue da vicino il proprio test – se la lasciate funzionare troppo a lungo perderete soldi, perché gli annunci a bassa resa verranno visualizzati per periodi di tempo uguali a quelli che invece rendono molto. Non dimenticatevi questo parametro, se lo attivate!

Settings

Siate pazienti: all’inizio vi sembrerà di perdere tempo e soldi, ma state investendo per performance migliori in futuro. Prendetevi il tempo necessario, analizzate e ottimizzate.

Questo articolo è una traduzione libera dell’originale.

photocredits: jefferlysuperclub.com, webmoves.net.

Niccolò Giraudo

Niccolò Giraudo

Torino è una città fantastica, specialmente per chi ama il design in tutte le sue forme. Chi non ci credesse può venire a casa mia: matite e pennelli non mancano. Si può anche suonare il violoncello. È l’ambiente ideale anche per recensire un film, un blog o un nuovo tostapane. Provare per credere.


Articoli correlati

Google Plus in crisi. Ecco dove ha sbagliato il social network

Anche i giganti fanno un passo indietro: con un annuncio sul blog, Google sembra aver abbandonato – o se vogliamo essere

Vendere l’abbigliamento via ecommerce. I segreti migliori

L’e-commerce è un settore in continua ascesa: la facilità e rapidità con cui si possono scegliere i prodotti, i metodi

Aumentare il tasso di conversione usando la psicologia

Perché i consumatori comprano i vostri prodotti e non quelli della concorrenza? Il famoso consulente e autore Jack Trout una volta