Arpe Group. L’esperienza finanziaria al servizio delle PMI | ExpoitalyOnline

Arpe Group. L’esperienza finanziaria al servizio delle PMI

Arpe Group. L’esperienza finanziaria al servizio delle PMI

Fabio Arpe è ormai un nome noto nel settore economico e finanziario grazie a una carriera trentennale nel corso della quale ha collaborato con i più importanti istituti di credito e di consulenza.

Dal 2014, Fabio Arpe è alla guida del gruppo che porta il suo nome, Arpe Group, una società di consulenza strategica aziendale il cui scopo è quello di offrire un supporto a 360° alle imprese italiane operanti nei più disparati settori merceologici.

Un’avventura, quella di Arpe Group, che nell’arco di pochi anni ha portato al conseguimento di numerosi traguardi e a una crescita esponenziale dell’attività del gruppo, attualmente in forte espansione.

A confermarlo i dati che per lo scorso anno hanno registrato un incremento considerevole del fatturato aziendale, a testimonianza di come siano sempre più numerose le aziende che si affidano ad Arpe Group.

Arpe Group, composta da una società di mediazione creditizia e mediazione assicurativa, – spiega il CEO & Founder Fabio Arpe – nasce nel novembre del 2014 e siamo ora nel terzo anno di attività. Lo scorso anno abbiamo più che raddoppiato il fatturato e aiutato molte aziende a risanarsi, a fare delle riconversioni e a ritornare in salute. Veniamo contattati da moltissime imprese che hanno bisogno di aiuto per riposizionarsi, per fare operazioni trans-border, per trovare finanza, per portare nuovamente l’azienda a produrre utili, insomma per fare tutta quella serie di operazioni di marchant banking utili al supporto e all’ampliamento dell’attività aziendale. Un successo inaspettato che ci rende ancora più felici di quello che stiamo facendo come gruppo e che sta facendo crescere anche la mole di lavoro dell’azienda ragion per cui stiamo assumendo sempre più personale. La nostra attività è infatti in forte espansione, il lavoro è in aumento, abbiamo anche delle quotazioni in borsa da fare, mini bond da portare avanti, insomma siamo davvero contenti dei risultati che Arpe Group sta raggiungendo”.

Sempre più al fianco delle imprese italiane, Arpe Group sta consolidando la propria posizione, affermandosi come importante punto di riferimento per tutte le aziende alla ricerca di un partner affidabile, in grado di garantire un affiancamento costante e di assicurare un’ampia gamma di servizi, sempre più “cuciti” su quelle che sono le esigenze e i bisogni delle singole realtà imprenditoriali.

“Abbiamo in programma – continua il Dott. Arpe – come Arpe Group di espanderci ulteriormente sul territorio, di fare altre assunzioni e infatti stiamo cercando nuovi collaboratori, come ad esempio degli analisti e dei coverage, da far entrare nella nostra struttura. Il gruppo cresce e con esso anche il lavoro per questo siamo alla costante ricerca di altro personale da assumere.”

Sin dalla sua fondazione, Arpe Group ha portato avanti una chiara filosofia aziendale, ispirata ai principi dell’innovazione e del costante implemento di nuovi prodotti e soluzioni in grado di rispondere alle mutevoli e differenti richieste del variegato panorama imprenditoriale italiano.

Numerosi, quindi, i servizi che il gruppo mette oggi a disposizione delle imprese e tra i quali vanno certamente ricordati i principali come la ristrutturazione del debito, la ricerca di capitali di debito o equity, il controllo di gestione, le quotazioni in borsa, la ricerca di clienti sia in Italia che all’estero, solo per citarne alcuni.

Importanti attività di supporto al tessuto imprenditoriale italiano che vedono anche il coinvolgimento del sistema bancario, ma in quale misura? Le banche sono al fianco di quelle aziende la cui attività si sostanzia nell’offrire un supporto all’intero sistema imprenditoriale?

“Il sistema bancariochiarisce Fabio Arpe – deve seguire delle regole come quelle di Basilea che impongono di non erogare a certi tipi di aziende. Si possono verificare delle situazioni in cui le banche finanziano anche allo 0,50%, 0,70%, 1% alcune aziende che in realtà non ne hanno bisogno avendo già dei rating fantastici, mentre in altri casi proprio a causa dei rating le imprese non riescono ad accedere al credito avendone però necessità. Ciò provoca una netta divaricazione tra chi riesce ad assicurarsi molta liquidità e chi, al contrario, non riesce a ottenerla”.

Un restringimento del credito che può notarsi anche in relazione alle aree geografiche.

“Le banche ci seguono nel finanziare le imprese che si dimostrano meritevoli, anche se in alcune regioni come il Veneto e la Toscana, dove ci sono state delle crisi bancarie note a tutti come i casi di Veneto Banca, Banca Popolare di Vicenza, MPS, CariChieti, Carifano e Banca Etruria, le imprese della zona hanno avuto dei problemi e delle sofferenze, soprattutto per quei casi in cui le banche sono state chiuse o commissariate.

In alcune aree del paese, quindi, l’erogazione delle banche ha subito un rallentamento perché Veneto Banca, Popolare di Vicenza e Monte dei Paschi hanno rallentato, visto le loro vicende, mentre le banche che sono state commissariate come Carifano, CariChieti e Banca Etruria non hanno evidentemente erogato più nulla. E’ chiaro, dunque, che questa situazione ha avuto conseguenze per le aziende del territorio che si affidavano a questi istituti”.

Al di là delle vicende del sistema bancario, Arpe Group continua a operare al fianco delle imprese, sia di piccole che di grandi dimensioni, con lo scopo di rendere il mondo della finanza molto più semplice e agevole, grazie a una vasta gamma di servizi di supporto e consulenza disponibili non solo a breve termine ma anche sul medio e sul lungo periodo.

Sostenere le aziende, quindi, per investire concretamente nel sistema Italia.


Articoli correlati

Italia, amore mio

Non amare la terra che ti ha dato i natali è contro natura, ma andarle contro, cercare di distruggerla, vendendola

La lunga marcia dei migranti

Sono partiti da lontano, dai confini dell’Ungheria e in massa, pacificamente, ma senza paura sono arrivati al confine austriaco. Sono centinaia i

Lampedusa. Il film con Claudio Amendola che racconta la tragedia

Sta per arrivare in televisione una nuova fiction prodotta da Rai Uno che avrà come protagonista principale il noto attore